foto by Lillo Miccichè Photographer
 

Dove dormire | Dove mangiare | Le chiese di Caltanissetta | Le chiese non più esistenti | Luoghi di interesse | Settimana Santa e Real Maestranza | Contattaci      


Home
Le origini
Gallerie fotografiche
Il nisseno del mese
Pagine di storia
Museo diocesano
Antenna RAI
Personaggi illustri
Foto storiche
Vecchi ricordi
Libri nisseni (41)
Video (11)
Artisti nisseni (23)
Sport (2)
Video artisti nisseni (7)
Leggende e Misteri
Associazioni culturali
Curiosità
Elenco aziende (9)
Meteo
Registrazione aziende
Profilo

Le pagine più viste:
58569 homepage
31304 gallerie/mercato/
22879 gallerie/cimitero di caltanissetta/
12362 luoghi di culto
11143 la settimana santa e la real maestranza
9846 gallerie/sabucina/
9690 le origini di caltanissetta
9153 personaggi illustri di caltanissetta
8682 gallerie/maccalube o vulcanelli/
8061 gallerie/gibil gabib/
8036 leggende e misteri
7630 chiese non esistenti
7507 castello di pietrarossa
7499 gallerie/riserva naturale imera/
7102 artisti nisseni
6625 santa agata
6524 luoghi di interesse
6034 santa flavia
5970 antenna rai
5544 santa maria la nova
5226 gallerie fotografiche
4966 quali libri
4948 associazioni culturali
4854 pagine di storia
4817 galleria
4704 palazzo testasecca
4643 vecchi ricordi
4569 villa benintende
4476 palazzo barile
4438 san giovanni
4411 dove mangiare
4385 il nisseno del mese
4293 artisti nisseni/salvatore giardina/
4177 hotel mazzone
4127 dove alloggiare


Lo sapevi che... (vai alla pagina)


Chiesa della Madonna Assunta e Collegio dei Cappuccini
Nel 1540 arrivano a Caltanissetta i padri Cappuccini e si stabiliscono in contrada Xibolì, dove fondano il quarto convento Cappuccino in Sicilia (dopo Castronovo, Palermo e Polizzi) che viene ultimato nel 1549.
Nel 1580, per volontà della contessa De Luna e Vega, moglie del principe Cesare Moncada si comincia a costruire il nuovo convento, in contrada Pigni, meno distante dalla città e in un luogo più salubre, dedicando la chiesa annessa all'Immacolata. Le funzioni regolari iniziano nel 1587. Cinque anni dopo muore il principe Francesco Moncada; il suo cadavere e quello del figlio, scomparso in tenera età, vengono collocati nella cappella del Crocifisso, all'interno della chiesa. Alla sua morte anche la madre Luisa troverà sepoltura nella chiesa dei Cappuccini.
Dal 1647 al 1765, con il contributo dell'Università e con le offerte dei benefattori, il convento viene ingrandito: nel 1686 si realizzano nuovi ambienti nel noviziato; nel 1698 la biblioteca; nel 1711 si prolunga di sei metri la chiesa e si ingrandisce il coro; nel 1765 si completa l'infermeria. Il convento è sede di noviziato e studenialo fino alla soppressione degli ordini religiosi, quando la ricca biblioteca viene acquisita dal Comune e il convento convertito in ospedale civile, su progetto dell'ing. Pasquale Saetta: il 14 marzo del 1868 si inaugura il Nosocomio Nisseno. Agli inizi degli anni '70, con la costruzione del nuovo ospedale, l'edificio...

Perché è nato questo portale?Condividi

www.cittadicaltanissetta.com è nato per dare la possibilità al visitatore di:

 
 
 

visite totali: 459.189
visite odierne: 203
visite di ieri: 138

.
.